La pandemia non frena le cybertruffe: +26,6%. Le 6 regole d’oro per difendersi

Ultimi aggiornamenti: la pandemia non frena le cybertruffe che registrano un importante +26,6%. Mister Credit propone 6 regole d’oro per difendersi dagli attacchi informatici.

Neppure il lockdown è riuscito a ostacolare le attività dei cyber criminali, che sono anzi cresciute in modo preoccupante. È quanto emerge dal nuovo Osservatorio Cyber di Crif che nel primo semestre 2020 ha rilevato un aumento del 26,6% di furti d’identità e truffe sul web rispetto al secondo semestre 2019. Un fenomeno evidentemente favorito dal sempre maggiore utilizzo di Internet nel mondo a causa dell’emergenza da Covid-19.

Lo studio di Crif evidenzia che i dati personali più colpiti dagli attacchi informatici sono l’email (nell’82% dei casi quella personale e nel 18% quella business), la password (contrariamente a tutte le raccomandazioni di sicurezza le tre più utilizzate sono ancora “123456”, “123456789” e “Qwerty”), la username, il numero di telefono e infine la carta di credito. Le combinazioni di dati più intercettate dai truffatori sono email + password (99,6%), numero di telefono + password (99,2%), carta di credito completa con cvv e data di scadenza (91,4%), username e password (89,8%), carta di credito completa con nome e cognome (11,3).

Le fasce di età maggiormente colpite dai furti di dati personali risultano essere quelle tra 31 e 40 anni e tra 41 a 50 anni, mentre i domini web più attaccati sono nell’ordine: .com/.net (globale/Usa), .ru (Russia), .de (Germania), .fr (Francia), .uk (Regno Unito), .it (Italia), .pl (Polonia), .cz (Repubblica Ceca), .ca (Canada) e .jp (Giappone).

Per quanto riguarda invece la tipologia degli account violati, nel 73,2% dei casi si tratta di siti di intrattenimento (giochi online e streaming), nel 18,7% di siti di servizi finanziari (banking, criptovalute, pagamenti) nel 6,5% di siti di e-commerce e infine di social media (1,6%).

L’Osservatorio Cyber di Crif fornisce infine suggerimenti utili per proteggersi dai furti d’identità e dalle truffe digitali:

1. Aggiornare i software. L’update permette di migliorare costantemente la sicurezza di sistemi operativi e programmi, oltre che aggiungere funzionalità extra;

2. Installare un antivirus. I programmi specializzati che difendono i dispositivi dall’attacco di virus e altre minacce sono determinanti per mantenere al sicuro i propri dati;

3. Fare il backup dei dati. Un regolare backup dei dati più importanti è fondamentale per poterli ripristinare in caso di necessità e non rischiare di perderli;

4. Proteggere i dispositivi. Pin, password, touch o face ID: i blocchi per l’accesso ai dispositivi, anche con controllo remoto, impediscono che vengano usati da altri senza consenso;

5. Attenzione a messaggi e telefonate sospette. Diffidare di qualsiasi tentativo di contatto (sms, email e telefonate) che richieda informazioni personali o finanziarie è una regola da tenere sempre a mente;

6. Affidarsi a servizi di monitoraggio. Scegliere soluzioni specifiche per il controllo dei propri dati sul web è la strategia ideale per avere una protezione più completa.

PIÙ SICURI CON MISTER CREDIT 

Per aumentare il nostro livello di sicurezza, possiamo usare servizi come Sicurnet, che monitora la circolazione dei nostri dati personali e finanziari sul web o Identikit, che ci avvisa ogni volta che una linea di credito viene aperta a nostro nome.

Comments are closed.

Powered by WordPress.com.

Up ↑