Comprare casa o vivere in affitto: cosa conviene?

Molti di noi si chiedono se sia più conveniente comprare casa o vivere in affitto, specialmente in questo momento di crisi provocata dal Coronavirus. Entrambe le soluzioni presentano connotazioni positive e negative e la scelta varia in base alle proprie esigenze personali e condizioni economiche.

In Italia tre famiglie su quattro vivono in una casa di proprietà. Si tratta di una percentuale molto alta, superiore alla media degli altri paesi europei, che evidenzia quanto l’acquisto della propria casa sia, per noi italiani, un’esigenza primaria.

L’idea poi che quelli dell’affitto siano soldi “buttati” è opinione diffusa. Non sempre, però, l’acquisto può essere la soluzione migliore al bisogno di un’abitazione dove vivere. Per comprare un immobile si spendono cifre ragguardevoli, sempre più spesso accendendo un mutuo che dovrà essere rimborsato regolarmente per molti anni a venire. Prima di scegliere se sia più conveniente acquistare o affittare casa, è bene conoscere tutti i vantaggi e gli svantaggi di entrambe le soluzioni.

Il primo elemento da valutare è la propria mobilità. Se pensiamo, ad esempio per motivi di lavoro, di dover cambiare città, l’acquisto è da evitare: i costi di acquisto e rivendita renderebbero difficoltoso recuperare quanto speso. Senza contare i tempi non brevi per la rivendita dell’immobile.

Il secondo elemento da valutare sono le proprie disponibilità economiche. L’accensione di un mutuo troppo oneroso potrebbe essere insostenibile per il nostro bilancio familiare, rendendo più difficile arrivare alla fine del mese oppure a far fronte a spese impreviste. Per non fare il passo più lungo della gamba è buona regola non indebitarsi oltre il 33% del reddito mensile familiare.

Oggi, come effetto della crisi provocata dalla pandemia di Covid-19, i tassi sui mutui sono in forte calo, soprattutto per quanto riguarda l’Eurirs, il riferimento per i contratti a tasso fisso. Da questo punto di vista, paradossalmente potrebbe essere un buon momento per aprire un mutuo, ma in caso di mutuo a tasso variabile occorre sempre considerare che la rata potrebbe crescere anche considerevolmente se aumentano i tassi.

Vi sono poi altri fattori di natura più personale che possono indirizzare la nostra scelta tra acquistare casa o vivere in affitto. Se il nostro desiderio è quello di poter personalizzare la casa con un arredo su misura, avere una abitazione di proprietà non ci costringerà ad abbandonare quanto faticosamente creato al termine del contratto di affitto.

Per approfondire l’argomento mutui: Mutuo prima casa e Bonus fiscali: le novità della Legge di Bilancio 2020

Prima di qualunque decisione relativa all’acquisto di un immobile, nel caso in cui sia necessario chiedere un finanziamento, consigliamo di valutare al meglio la propria affidabilità creditizia con METTINCONTO, il servizio di Mister Credit che in modo facile e veloce permette di tenere sotto controllo la propria situazione finanziaria e di richiedere credito in maniera sicura e consapevole.

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑