Come richiedere un Prestito: Requisiti e Documenti Necessari

Se state pensando a un prestito per l’acquisto di un’auto nuova o di un viaggio, oppure per affrontare una situazione in cui occorre una maggiore liquidità, è bene sapere quali sono i requisiti e i documenti necessari per poter richiedere un finanziamento.

I Requisiti per richiedere un prestito

I requisiti per ottenere un prestito possono variare in base alla tipologia di prestito richiesto. Generalmente, per tutti i prestiti i requisiti indispensabili sono:

  • un’età compresa tra i 18 e 75 anni (sul limite massimo possono esserci eccezioni valutabili in fase di istruttoria);
  • un reddito dimostrabile;
  • la residenza nel territorio italiano;
  • essere titolare di un conto corrente bancario.

Ogni istituto valuta poi la richiesta di credito in base alle proprie politiche: analizza i documenti presentati, le banche dati pubbliche, il livello di indebitamento, i ritardi nel rimborso della rate o eventuali mancati pagamenti, il rapporto tra reddito (entrate mensili) e debito.

Una buona affidabilità creditizia è quindi un requisito chiave per poter ottenere un finanziamento.

Gli istituti di credito potrebbero richiedere anche la garanzia di una terza persona che si impegna a pagare in caso di inadempienza del consumatore. In tal caso anche questa terza persona – il garante – deve presentare la documentazione sulla propria “capacità di rimborso”.

I documenti necessari per richiedere un prestito

I documenti da presentare per la richiesta di un finanziamento dipendono dalla società a cui viene richiesto. Normalmente si richiedono:

  • la carta d’identità;
  • il codice fiscale;
  • un’attestazione del reddito percepito: busta paga oppure CUD se lavoratore dipendente, dichiarazione dei redditi se libero professionista o lavoratore autonomo, cedolino della pensione o certificazione dell’INPS se pensionato;
  • un’utenza che attesti la residenza;
  • In caso di nazionalità non italiana, potrebbe essere richiesta la documentazione sulla regolarità della presenza in Italia.

Come scegliere un prestito?

Diffidiamo di chi promette finanziamenti facili a chiunque e verifichiamo sempre, oltre alla rata mensile, il costo reale del prestito: spese istruttorie (per l’analisi delle condizioni), T.A.N. (Tasso Annuo Nominale), T.A.E.G. (Tasso Annuo Effettivo Globale) ed eventuali spese assicurative (facoltative od obbligatorie). Nel confronto di più offerte, il T.A.E.G. può rappresentare un elemento decisivo (a parità di importo e di durata) e dovrebbe ridursi all’aumentare della durata del prestito.

Per affrontare qualunque richiesta di finanziamento con la necessaria consapevolezza (evitando il rischio di sovraindebitamento) e gestire al meglio la nostra situazione creditizia, possiamo rivolgerci a strumenti come Mettinconto o Mettinconto 365.

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑