Privacy e web reputation: 10 consigli per tutelare la nostra identità digitale

Più la nostra vita diventa digitale, più è necessario prestare attenzione alle informazioni personali che condividiamo in rete, per evitare il rischio di truffe creditizie con furto di identità o che una cattiva reputazione sul web possa ripercuotersi anche nella vita reale.

Ecco 10 semplici e preziosi consigli per tutelare la nostra identità digitale:

• Scegliamo password a prova di hacker e custodiamole con attenzione, evitando di diffonderle o comunicarle ad altri.

• Condividiamo solo le informazioni personali strettamente necessarie.

• Evitiamo di comunicare in tempo reale dove siamo e cosa stiamo facendo.

• Controlliamo ciò che i nostri contatti pubblicano su di noi e concediamo l’amicizia solo a persone che conosciamo.

• Meglio avere pochi account tenuti bene che molti non curati.

• Non pubblichiamo commenti volgari o foto inappropriate e riflettiamo sempre prima di postare qualcosa, soprattutto se potrebbe crearci imbarazzo ora o in futuro, perché anche se la cancelliamo, potrebbe comunque spuntare fuori con abili ricerche.

•  Se abbiamo dubbi sull’uso delle informazioni che ci vengono richieste da un sito o da un’applicazione, meglio lasciar perdere e tenere i nostri dati per noi.

• Se vogliamo lasciare meno tracce durante la nostra attività online, utilizziamo la modalità “navigazione in incognito”, presente su tutti i principali browser: eviteremo così la memorizzazione dei cookie (gli elementi che ricordano a un sito che siamo già passati da lì) e della cronologia degli indirizzi visitati.

• Diffidiamo dei giochi online la cui provenienza non sia assolutamente certa. Spesso sono solo un modo per aver accesso alle nostre foto o informazioni.

•  Ricordiamoci infine che l’oblio, cioè sparire dal web, è un diritto. Qui, ad esempio, è possibile richiedere l’eliminazione di informazioni personali che ci riguardano dai risultati delle pagine di Google. Se la richiesta non è accolta, è possibile rivolgersi al Garante per la privacy o all’autorità giudiziaria.

Per una maggiore tutela possiamo rivolgerci a servizi come Sicurnet per controllare la circolazione dei nostri dati personali e finanziari sul web.

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑