San Valentino online, attenzione ai falsi profili!

Se proviamo ad abbinare San Valentino e tecnologia, che cosa ci viene in mente? Di sicuro è facile pensare ai siti e alle app di dating, specialmente in questi giorni in cui la festa degli innamorati si avvicina.

 

Ma ogni opportunità può nascondere un’insidia: se è vero che tante storie d’amore sono nate tra un click e una chat, è altrettanto vero che in mezzo a migliaia di profili veri, che corrispondono a una persona in carne e ossa, ne esistono tanti che sono stati creati ad hoc per tentare di truffare le persone in cerca dell’anima gemella.

 

Abbiamo affrontato su queste pagine il problema dei falsi profili su Facebook e le cosiddette “truffe romantiche” si diffondono, ovviamente, anche sui siti di dating.

 

Se via mail sono più spesso gli uomini a essere bersaglio, con messaggi scritti in italiano stentato da sedicenti ragazze dell’Europa dell’est in cerca dell’amore vero, sui social network o sui siti di dating, capita forse più spesso alle donne di essere vittime di tentativi di truffa. Da una richiesta di amicizia a lunghe chiacchierate per raccontare di vite difficili e dolorose, per poi passare alla richiesta di denaro o dati personali.

 

Tutti questi truffatori sfruttano la fiducia innata nelle altre persone, la solitudine e il desiderio di trovare qualcuno con cui impegnarsi in una relazione.

 

Ci sono però alcuni indizi che possono segnalarci che dietro al profilo della persona che ci ha contattato qualcosa non torni: per esempio la presenza di poche informazioni o di elementi vaghi (sia nella compilazione del profilo che durante le conversazioni). Anche una foto del genere “troppo bella/o per essere vera/o” potrebbe dirci che infatti il profilo vero non è. È possibile anche fare una ricerca di immagini per capire se la foto è stata rubata da un altro profilo (reale) o da un sito. Se poi arriva la richiesta di denaro o di dati personali (una carta di identità per comprare un biglietto per un millantato weekend romantico, per esempio) il dubbio dovrebbe diventare certezza: siamo davanti a un tentativo di truffa. E il colpo di fulmine, in questo caso, punta al portafoglio e non al cuore!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blog su WordPress.com.

Su ↑