Abbiamo già visto come l’affidabilità creditizia sia un elemento fondamentale per l’accesso al credito. Chiedere prestiti e finanziamenti solo se la nostra situazione economica lo permette e tenere sotto controllo il nostro indebitamento sono le prime azioni consapevoli per garantirsi una buona affidabilità creditizia.

Ma quali sono gli elementi che i gestori di Sistemi di informazioni creditizie analizzano quando chiediamo l’accesso al credito?

Prima di tutto il nostro grado di indebitamento: più prestiti abbiamo in corso, più rate dobbiamo rimborsare, più difficile sarà l’accesso a un ulteriore prestito. Ecco perché è così importante gestire consapevolmente il proprio indebitamento.

Un elemento positivo sarà l’essere un buon pagatore, cioè non aver avuto ritardi nel rimborso delle rate di prestiti contratti in precedenza, o averli regolarizzati. Per quanto riguarda eventuali ritardi o mancati pagamenti, la legge indica tempi precisi per la cancellazione (da 12 a 36 mesi dalla regolarizzazione dei pagamenti, a seconda del numero di rate non rimborsate), che avviene in maniera automatica.

Oggetto di valutazione da parte di banche e finanziarie sono inoltre le nostre entrate mensili e il rapporto tra il nostro reddito e il debito eventualmente già contratto: se le rate che già stiamo rimborsando sono alte, la percentuale di reddito disponibile per rimborsarne una nuova sarà piuttosto bassa e questo comporterà una valutazione negativa.

Sulla base di questi elementi, l’istituto di credito valuterà di volta in volta la nostra richiesta: attenzione, anche se la nostra affidabilità creditizia rimane la stessa, diversi istituti potrebbero rispondere in modo diverso alla nostra domanda. Anche per questo è importante trovare le migliori offerte sul mercato, quelle più adatte alle nostre esigenze, e valutare quindi le proposte di più di una banca.

Con la sua consulenza dedicata e gli avvisi quando cambia situazione creditizia, Mettinconto 365 è uno strumento utile per accompagnarci nella gestione della nostra affidabilità creditizia e del nostro indebitamento 365 giorni all’anno, in consapevolezza e serenità.