Come si può scoprire un furto di identità

scoprire-furto-identitaSecondo i dati dell’Osservatorio frodi di CRIF, pubblicati a inizio luglio 2016, i tempi di scoperta dei furti di identità si sono sostanzialmente ridotti nel 2015: il 53,4% viene infatti scoperto entro i primi sei mesi, circa il 25% viene scoperto tra i sei mesi e i due anni mentre il 21,7% viene scoperto in più di due anni (e fino a più di cinque).

Nonostante questo segnale indubbiamente positivo, bisogna tenere presente che i furti di identità sono in continuo aumento.

Ma quali sono i segnali che la nostra identità può essere stata rubata? Il più eclatante è sicuramente il caso in cui veniamo contattati da un istituto di credito o da una società di recupero crediti che ci chiede conto di rate non pagate per prestiti che non abbiamo mai chiesto: in questo caso non perdiamo tempo e denunciamo subito l’accaduto alle forze dell’ordine .

Ecco un altro caso: chiediamo un prestito a una banca e la nostra richiesta viene rifiutata perché siamo considerati cattivi pagatori. Se non abbiamo mai contratto altri prestiti o se abbiamo sempre pagato le rate con regolarità, è molto probabile che qualcuno abbia usato il nostro nome per ottenere denaro. In questo caso verifichiamo le informazioni contenute nei Sic e facciamo denuncia alle forze dell’ordine .

Anche se ci imbattiamo in un profilo pubblico (sui social network o su un altro sito) che usa i nostri dati personali ma che non abbiamo creato noi, è meglio che ci rivolgiamo subito alla Polizia postale: anche se questo caso può non implicare una vera e propria truffa, si tratta comunque di un furto di identità.

Come azioni di prevenzione e controllo, invece, ecco qualche consiglio:

  • cambiamo regolarmente le password per accedere a servizi bancari, carte di credito e altri dati personali
  • controlliamo frequentemente i nostri estratti conto per riconoscere subito eventuali movimenti sospetti e denunciarli alla nostra banca e alla Polizia
  • non clicchiamo su link strani, non apriamo allegati su cui abbiamo dei dubbi, verifichiamo di essere su connessioni sicure prima di inserire dati sensibili: insomma, stiamo attenti alla sicurezza!

Se vogliamo uno strumento in più per proteggerci da furti di identità e frodi creditizie, possiamo inoltre rivolgerci a Identikit, che ci avvisa ogni volta che una linea di credito viene aperta a nostro nome.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑