Furto d’identità, un caso reale

Un nostro cliente ci ha raccontato la sua storia di furto d’identità. L’abbiamo condivisa in tre post del blog: qui trovate il racconto completo della sua disavventura. Una vicenda che spiega chiaramente i rischi del furto d’identità.

Caso di furto identitàMi chiamo Luca, ho 37 anni e vivo in una città del nord Italia. Essendo un professionista iscritto anche a un albo nazionale, la trasparenza e l’affidabilità della mia persona sono davvero tutto!

Un debito a me sconosciuto

La mia disavventura, e chiamarla tale è molto riduttivo, inizia a dicembre 2012 quando, come un fulmine a ciel sereno, mi è stata recapitata a casa una raccomandata proveniente da una società di recupero crediti, che mi sollecitava al pagamento di circa 14mila euro.
Nella raccomandata non era specificato a quale operazione fossero legati questi soldi, ma mi veniva chiesto di mettermi in contatto con la società per “sanare la mia situazione”. Uno degli elementi che mi insospettì fin dall’inizio, fu, oltre all’esistenza di un debito a me sconosciuto, il fatto che, nella raccomandata, ci fosse scritto che quella era una lettera arrivata “dopo numerosi solleciti”, a cui non era mai seguita una mia risposta.

Per me era tutto nuovo e, in precedenza, non avevo ricevuto alcuna comunicazione in merito.
Cosa stava accadendo? Volevo vederci chiaro.
Dopo lo shock iniziale, quindi, ho chiamato la società di recupero crediti, chiedendo di poter ricevere quanto prima tutta la documentazione relativa il presunto debito che mi veniva contestato. In poche ore per e-mail mi fu inviata la scansione dei documenti relativi al contratto di una richiesta di finanziamento per l’acquisto di un’automobile.
Ma io non avevo acquistato nessuna automobile!

La società di credito mi disse che, se mi sentivo estraneo a questo contratto, era consigliabile depositare immediatamente una denuncia alle Forze dell’Ordine, per avviare le dovute indagini.
E così ho fatto, non prima, tuttavia, di aver consultato un mio amico avvocato penalista.

La denuncia dell’accaduto

Lui mi consigliò di non limitarmi a una denuncia orale, ma di scrivere con calma una mia versione dei fatti, a cui allegare tutti i documenti che ritenevo opportuni, per essere certo che durante la deposizione non venissero omesse informazioni o mal interpretate le mie dichiarazioni.
Questo consiglio mi è stato davvero utile.
I carabinieri mi hanno fatto molte domande, perché sporgere denuncia non è sempre sinonimo di onestà. In ogni caso, il loro primo passo è stato quello di verificare se ero stato attento alla gestione dei miei dati personali in rete.
E qui è arrivata la prima brutta notizia.
Essendo io iscritto a un albo professionale di pubblico dominio, è stato fin troppo facile risalire alle mie generalità da cui ricavare poi il mio codice fiscale.

I miei dati non corrispondevano

Già dai primi controlli è emerso un aspetto interessante: alcuni miei dati forniti all’istituto di credito per accedere al finanziamento erano falsi!
L’indirizzo del mio domicilio, ad esempio, e il numero della mia patente non corrispondevano, così come la mia professione. Erano invece veri nome, cognome, data e luogo di nascita e codice fiscale. Ecco quindi un piccolo consiglio: segnalare subito le incongruenze, anche in fase di denuncia, per far capire che si è innocenti e quindi che si sta dicendo il vero.
Il fatto che ci sia un mix di dati veri incrociati con altri fasulli è già una prova importante.

Ripensando all’accaduto, in effetti, perché la truffa funzionasse chi mi ha rubato l’identità doveva per forza fornire un indirizzo di residenza diverso dal mio, perché altrimenti i documenti mi sarebbero arrivati a casa e mi sarei accorto dell’operazione nel giro di una settimana e non, come è invece avvenuto, dopo 6 mesi.
Con queste informazioni ho capito che anche le raccomandate inviate in precedenza dall’ente di riscossione crediti dovevano essere state recapitate a quell’indirizzo fornito e, solo in ultima battuta, a me.

Altri problemi in vista

Premessa la questione del finanziamento e quindi del debito di 14mila euro, mi sono reso conto che potevano esserci altri problemi correlati: innanzi tutto la patente fornita dal truffatore era falsa o ne esisteva un’altra a mio nome emessa regolarmente dalla Motorizzazione?
Avevo preso multe e sanzioni? E se sì, per quali reati? Avevo avuto incidenti a me imputabili?
Altra questione. Per accedere al finanziamento il truffatore aveva fornito un Iban. Esisteva quindi un conto corrente intestato a me in una banca diversa dalla mia? Da quel conto erano stati emessi assegni scoperti o era stato fatto circolare denaro illecito?
Quante altre complicazioni potevano emergere da una situazione del genere?

Inviai subito una lettera con copia della denuncia all’istituto bancario per segnalare che, se c’era un conto intestato a me, era di certo una truffa! Ammetto che l’ansia stava prendendo il sopravvento sulla ragione e che fossi davvero molto, molto spaventato.

Un’auto non mia

Per fortuna di recente la banca mi ha risposto che non c’era alcun conto aperto a mio nome.
Per completezza ho inviato una copia della denuncia, in cui faccio riferimento alla patente falsa, all’ufficio provinciale ACI della mia città.
Al PRA ho poi chiesto una visura storica completa legata al mio codice fiscale.
Quante auto in circolazione risultavano intestate a me? La mia paura più grande, infatti, era che qualcuno, utilizzando il mio nome, avesse provocato incidenti o avesse commesso reati di qualche tipo.
Effettivamente risultò che la vettura era stata intestata a me per un mese circa e poi rivenduta più volte nei mesi successivi. Ad oggi quell’auto non è quindi di mia proprietà.
Questo mi ha tranquillizzato, ma il dubbio tuttora rimane. Nel mese in cui risulto essere stato io il proprietario è accaduto qualcosa di illecito?
Di questo purtroppo non ho ancora saputo nulla: spero solo che sia andato tutto bene. Attendiamo l’evoluzione delle indagini.

Il ruolo di CRIF

In questa mia “odissea” è stato importante contattare CRIF, che mi ha consentito di capire come muovermi.
Per prima cosa mi sono sentito rincuorato nel sapere che non sono l’unico a cui è capitato un furto di identità. Inoltre, inviando a CRIF una copia della denuncia, ho potuto disconoscere il finanziamento intestato a me: in questo modo, in attesa che si concludano le indagini, è stata oscurata la condizione di “pagatore insolvente” che mi avrebbe reso difficile l’accesso a futuri prestiti o crediti al consumo.
Tutelarmi per me ora è un imperativo: avendo già i miei dati, chi mi garantisce che questo soggetto non tenti di compiere altre azioni truffaldine spacciandosi per il sottoscritto?

Subito dopo Luca ha acquistato Identikit, il servizio di Mister Credit che ti tiene aggiornato ogni volta che viene fatta una richiesta di credito a tuo nome. Con tempestività Identikit avvisa via e-mail o sms nel caso di operazioni di questo tipo.

identikit-blog

Per sapere com’è andata a finire, leggi l’ultimo atto della storia di furto d’identità di Luca.

56 thoughts on “Furto d’identità, un caso reale

Add yours

  1. capisco la situazione di luca ,ma come possiamo difenderci dalle truffe informatiche che tutti i santi giorni appaiono quando accendi il computer per vedere la TUA posta elettronica oppure l’e-mail che ti a inviato un tuo amico per darti una bella notizia meno male che c’e’ MISTER CREDIT e tante opzioni per il cittadino che seconde PERSONE trovano il modo di raggirarti per RUBARE la tua indentita’.

    1. Salve,vorrei chiedere a volte mi sono stati chiesti documenti scansionati,come mi devo comportare,rischio furto di identità o altro?Grazie.

      1. In generale consigliamo di non mandare mai dati o documenti d’identità se non conosciamo la persona a cui li stiamo inviando, a volte però capita di dover fornire a terzi copie dei documenti (es. in albergo). Con i nostri documenti d’identità un frodatore potrebbe compiere un furto d’identità spacciandosi per noi nel mondo reale o sul web, proprio per tutelarci ed avvisarci tempestivamente esistono dei servizi di protezione dell’identità come Identikit e Sicurnet.

  2. Nel 2012 anch’io mi sono ritrovato nelle condizioni descritte nel caso di sopra: furto di identità con relativo “spargimento di sangue” (nel mio caso attivazione di due conti correnti e collegati finanziamenti). Nel mio caso, da quel che so, le indagini sono ancora in corso. Volevo in questo momento denunciare come le stesse forze dell’ordine siano impreparate (nel mio caso, i carabinieri non hanno nemmeno voluto prendere la mia denuncia; sono dovuto ricorrere alla guardia di finanza) per non dire degli avvocati (ne ho passati tre per farmi dire che cosa avrei dovuto fare). In altre parole, ho la sensazione che sull’argomento ci sia un quasi totale sbando generale, lo stesso sbando che prova chi è vittima di tale azione violenta!!

  3. Ho avuto lo stesso problema moltiplicato per 3. Infatti sulla mia identità hanno aperto un conto, creato un domicilio falso e chiesto un mutuo. Per il resto tutto come successo a Luca. Ad oggi non ho avuto alcuna comunicazione rispetto alle denunce fatte nei confronti dell’istituto bancario su cui era stato aperto il conto corrente ne su come è finita la storia del mutuo emesso da una finanziaria e bonificato sul falso conto. Anche per me Crif è stato fondamentale e anch’io uso Identikit di mister credit ormai da qualche anno, servizio eccellente. Enzo

  4. La storia di Luca deve essere divulgata il più possibile, perché non si ha idea del problema finché non ci si casca dentro. Parlo per esperienza personale, analoga a quella di Luca, complicata però da alcune stranezze : il 16.12.2008 ho scoperto per puro caso di essere titolare di una richiesta di finanziamento per 10.000 euro. Non mi dilungo sull’argomento (a meno che non lo si ritenga interessante. Aggiungo solo che ho tacitato le mie paure sol.o diventando cliente di Mr. Credit.

  5. Ciao Aldo, grazie per il tuo contributo. Raccogliere diversi casi di furto d’identità ci aiuta a diffondere consapevolezza sul problema in maniera sempre più efficace.

  6. I truffatori utilizzano la nostra identità anche per attivare RID. Ad esempio, stipulano un contratto con Sky o RTI (mediaset premium) utilizzando nome, cognome, coordinate bancarie e codice fiscale. Poi indicano un indirizzo diverso dal nostro (spesso altra città) in modo che la documentazione non ci arrivi a casa. L’Azienda Creditrice attiva il RID tramite procedure automatiche interbancarie (AEA) e noi se non controlliamo l’estratto conto bancario non ce ne accorgiamo. E’ vero che la nuova normativa ci protegge purchè segnaliamo la cosa alla banca entro 13 mesi dal primo addebito, ma vorrei sapere se i vostri prodotti riescono ad intercettare anche queste situazioni in modo da prevenirle.

    1. Ciao Emanuele, grazie per il tuo commento e per aver condiviso con noi anche questo tipo di truffa.
      Identikit ti avvisa ogni volta che viene fatta una richiesta di credito a tuo nome, e quindi non copre la situazione che hai descritto (visto che la richiesta di RID non è una richiesta di credito). Come hai scritto, in questo caso è fondamentale controllare spesso l’estratto conto del conto corrente, anche tramite home banking.
      Nella gamma Mister Credit esiste anche Sicurnet, dedicato alla sicurezza dei dati online, che, pur agendo in maniera diversa, potrebbe essere utile in questi casi. Sicurnet ti permette infatti di monitorare la circolazione online di vari dati (tra cui, ad esempio, nome, cognome, codice fiscale, numero di carta d’identità, numero di carta di credito, IBAN). Mettendo in monitoraggio l’IBAN e codice fiscale, sarai avvisato nel caso in cui questi dati siano esposti in maniera troppo estensiva sul web o nel caso siano in circolazione in ambienti web ritenuti ad alto rischio, dove spesso i truffatori reperiscono le informazioni per le azioni criminali legate al furto d’identità.

  7. salve a tutti.. ultimamente mi sono messo a cercare offerte di lavoro all’estero e trovai un annuncio che all’inizio sembrava interessante..
    mandai una e-mail con scritto che ero interessato al lavoro e il giorno dopo mi arrivò una loro mail di risposta :
    Caro candidato

    Grazie per l’e-mail per quanto riguarda il lavoro offrono disponibile
    nella mia casa in Germania, siamo una famiglia tedesca di 6 persone e
    stiamo cercando con urgenza i servizi di una baby sitter affidabile,
    un cuoco, un autista, un giardiniere e un badante per mia mamma che
    ora è vecchia.Viviamo in Berlino – Germania e la mia famiglia è
    costituito da me, i miei 3 figli, mia madre e mio marito che lavora
    all’estero spesso non è a casa.

    Mi piacerebbe spiegarvi perché cerchiamo di assumere persone per
    lavorare nella nostra casa, mio marito lavora all’estero e spesso
    trascorre più tempo in viaggio e mi sono lasciato sola a prendersi
    cura di famiglia e recentemente appena fummo promosso un post
    superiore nel mio ufficio e persino più di quanto io uso per lavoro ,
    quindi non ho tempo per prendersi cura della famiglia piu ‘ ed è per
    questo che stiamo cercando seri e onesti lavoratori di venire a
    lavorare nella nostra casa.

    Siamo una famiglia cristiana e noi non dire bugie, non dare
    informazioni false e speriamo di trovare serio, affidabile e laboriosa
    gente da ovunque in Europa, che sono determinati e disposti a lavorare
    in Germania.

    Oltre al tuo c. v, saremo come a rispondere alle seguenti domande per
    consentire a noi stabilire se sei la persona giusta per il lavoro

    Gentilmente rispondere alle seguenti domande:

    Quali sono i vostri nomi completi?
    Dov’era nato e che anno?
    Qual è la tua nazionalità?
    Sei sposato e hai figli?
    Dove vivete attualmente?
    Fumate?
    Bevi troppo alcol?
    Hai un passaporto valido o carta d’identità?
    Cosa ti piace fare durante il vostro tempo libero?
    Qual è la lingua principale e cosa fanno altre lingue parlate?
    Quale posizione candidi per?
    Sei pronto a viaggiare e iniziare a lavorare ora se sono accettato per
    questo lavoro?
    Si può guidare un auto? , che tipo di auto può guidare?
    Avete una patente di guida?
    avete eventuali problemi di salute o mentale?
    avete mai avuto problemi con la polizia criminali?

    Vi aspettiamo a darci le risposte a queste domande vere e oneste,
    perché le risposte determinerà se ci accingiamo a scegliere di venire
    a lavorare nella nostra casa. ci aspettiamo anche a rispondere in
    lingua inglese se si può parlare o scrivere inglese, ma se non poi
    risposta nella tua lingua ufficiale e noi dovremo tornare a voi

    Mio marito lavora nel consolato tedesco all’estero e sarà responsabile
    per l’elaborazione dei documenti per venire a lavorare nella nostra
    casa, anche lui pagherà il biglietto di volo se si è scelto per questo
    lavoro.

    Si parla tedesco, inglese e italiano ad eccezione di mio marito che
    parla solo inglese e tedeschi.

    Quindi vi aspettiamo per confermare ora e tornare a noi con le
    risposte a queste domande e completo di un foto di te stesso.

    Ci piacerebbe anche sapere se avete skype in modo che possiamo discus
    più su skype per quanto riguarda il lavoro.

    Miei saluti a voi e la vostra famiglia e soggiorno benedica
    Mrs.Petronella Schulze–Ganzeboom
    email:petronellaschulze@gmail.com

    io leggendo questa loro mail di risposta risposi alle loro domande visto che comunque non erano informazioni molto personali ma informazioni generali.
    dopo un giorno che la mandai.. mi arrivo un altra loro mail di risposta con scritto :

    iao, grazie per la tua email.after passando attraverso la tua email e
    il tuo profilo, io e mio marito abbiamo deciso di dare una possibilità
    di impiegare a venire a lavorare per noi, così Desideriamo informarvi
    che lavorerete con noi e speriamo di incontrarvi presto.

    Viviamo a Berlino – Germania e mio marito lavora all’estero presso
    l’ambasciata tedesca in Thailand.I lavoro con una compagnia di
    assicurazione internazionale che opera in Europa e nel mondo e a causa
    del mio programma di lavoro molto stretto che è perché sto impiegando
    you.since ho appena stato promosso e a volte lavoro quasi tutti i
    giorni una volta che sono necessari così ho sempre un programma molto
    occupato , mia madre rimane a casa con i miei 3 figli, ma lei è troppo
    vecchia e non può fare il lavoro a casa e non può prendersi cura dei
    bambini.

    Informiamo che si dovrà lavorare è un autista e verrà pagato 4000 euro
    mensili e un assegno settimana di 180 euro ogni settimana e durerà il
    contratto
    per 1 anno che è rinnovabile se si desidera continuare a lavorare con
    noi e se siamo soddisfatti dei vostri servizi.

    Ore lavorative: si dovrà lavorare dal lunedì al sabato e il periodo di
    lavoro è da 8 a 12 e si avrà un due ore pausa e riprendere il lavoro
    alle 14.00 e smettere di lavorare alle 16.00, il sabato, si dovrà
    lavorare solo per 3 ore (da 9 a 12) le ore di lavoro settimanali è 43
    ore.

    Vacanze: tuo ufficiale giorno di riposo è la domenica e si sarà avere
    vacanza 10 giorni ogni dopo 3 mesi di work.you possono visitare la
    famiglia in Italia, in qualsiasi caso di emergenza se necessario
    quando non si è ancora in vacanza.

    Sistemazione: la nostra casa è una casa appartamento 4 e vivrete in
    uno dei nostri appartamenti gratis, l’appartamento è ben arredato e
    dispone di servizi internet e bagno privato e toilet.feeding saranno
    forniti da noi.

    Mio marito lavora presso l’ambasciata tedesca in Thailandia e sarà
    responsabile per l’elaborazione di tutti i documenti di cui avrete
    bisogno di viaggiare e di iniziare il lavoro e sarà inoltre
    responsabile per pagare il biglietto di volo.

    quindi gentilmente passare attraverso questa mail ora e tornare a noi
    con i seguenti documenti che posso inviare a mio marito per avviare
    l’elaborazione di documenti per venire e iniziare a lavorare

    una copia di scansione della vostra carta d’identità
    una scansione copia del passaporto se disponibile
    una copia di scansione di 2 foto formato passaporto
    una copia di scansione della vostra patente di guida se disponibile
    una scansione copia del certificato di nascita
    una scansione copia del vostro certificato medico mostrando non
    prendere qualsiasi forma di droga

    tutti i documenti dovrebbero essere digitalizzati e inviati tramite
    posta elettronica

    Non appena ricevo tutti questi documenti da voi, io li inoltrerà a mio
    marito e lui inizia elaborazione documenti dall’ambasciata tedesca in
    Thailandia e dato che lui è un diplomatico presso l’ambasciata di
    Svizzera, ci vorranno solo circa il 2-5 giorni per lui per ottenere
    tutti i documenti pronti e li invia al tuo indirizzo insieme con il
    biglietto di volo, così che si può venire e iniziare a lavorare.

    Quindi si prega di confermare ora e tornare a me con i documenti
    richiesti affinché mio marito possa preparare i documenti e il
    contratto e mandarli a voi con il vostro biglietto di volo.

    Per ulteriori informazioni su noi, miei nomi completi sono
    Mrs.Petronella Schulze–Ganzeboom e nomi di mio marito sono signor Rolf
    Schulze indirizzo di casa nostra è Bahnhofstr. 7/2a 12555 Berlino
    Germania

    Se avete domande riguardanti il lavoro o se si vuole parlare di più il
    lavoro, è possibile aggiungere mio marito ora su skype o inviarmi il
    tuo nome skype e lui si aggiungerà, è nome di su mio marito skype:
    rolfsculz1958

    quindi se tutto è OK da allora confermi ora e tornare a me con i
    documenti richiesti.

    Vi auguriamo un giorno benedetto e spero di leggere da voi presto
    Mrs.Petronella Schulze–Ganzeboom
    email:petronellaschulze@gmail.com

    Io avendo visto che iniziavano a chiedermi informazioni piu personali tipo mandare fotocopie dei miei documenti ecc.. gli ho risposto con questa mai di risposta da parte mia nei loro confronti.
    Salve.
    leggendo la sua e-mail di risposta la ringrazio per avermi dato questa possibilità di lavorare con voi.
    La vorrei informare che prima di mandarle le copie dei miei documenti vorrei prima di tutto, se possibile, incontrarci e parlarne di persona.
    Sono un po diffidente sul fatto di inviare documenti personali su internet considerando le truffe che succedono ultimamente.
    Non sono diffidente di vuoi, ma è una questione in generale la mia.
    Vorrei sapere se ci fosse un altro modo per mettere in atto la creazione dei documenti e dei biglietto di volo.
    Grazie aspetto una sua risposta.
    Sto ancora aspettando una loro mail di risposta..
    COSA ne pensate voi?

    1. ciao sandel penso si proprio truffa e suceesso anche ame,stessa cosa , che rabbia ………. girando su internet ho visti che cmq le persone esistono ma chiaramente non sono loro ci sono rimasto veramente male ,spero che si possa avertire tutti e denuncire qusto alla polizia postole non mandate documenti e informaazioni il 90 % di annunnci di lavoro su internet son bufale occhio unsaluto jacopo

      1. ciao Jacopo.. anche a me ha fatto salire un nervoso che nemmeno immagini.. sopratutto perchè si prendono gioco delle persone che hanno veramente bisogno di un lavoro… che schifo di persone che sono. spero che vengano punite sti delinquenti

    2. Ciao sandel anche io e la mia compagna è un paio di giorni che stiamo dialogando con le tue medesime persone anche io ho ricevuto la tua stessa identica mail….. i primi giorni la mrs. Schulze rispondeva quasi subito ma dopo che gli abbiamo scritto di voler andare una settimana in prova sono scomparsi…. addirittura cercano un giardiniere e all’indirizzo dell’abitazione se si guarda su internet mi sembra di capire che ci sia un centro massaggi……. ma che per caso è un emerita incul……..?????

      1. lascia perde.. io gli scrissi che non volevo mandagli i documenti perche non mi mi fidavo abbastanza e da quel giorno non mi hanno piu risposto alle email..

    3. E’ successo la stessa cosa anche a me pochi giorni fa, stesse identiche mail.. Ragazzi 4.000 euro per la mansione di babysitter con quelle poche ore di lavoro fa pensare sicuramente a una truffa!!! naturalmente non invierò mai i miei dati completi di fotocopie !!! Non cascate in queste truffe che tristezza prendersi gioco di persone disperate in ginocchio che cercano lavoro: Vergogna!!!

    4. e non hanno nemmeno calcolato bene l’orario di lavoro….perchè 8-12+14-16 sarebbero6ore al giorno x5giorni=30ore+3del sabato=33(loro han messo43…)già da li si dovrebbe capire che si tratta di truffa…se non guardano nemmeno quello che scrivono…

    5. Buonasera proprio oggi é capitata la stessa cosa a mio fratello. .. gli ha inviato il cv… non le copie dei documenti. .. io appena letto tutto sono andata su internet e ho trovato voi… ho risposto a questa gentaglia che li denuncio visto che son dei truffatori. Senza parole!!! Approffittar cosi di chi cerca di migliorarsi.

    6. Ciao a tutti,
      cercando lavoro all’estero mi sono imbattuta in questo annuncio e ho ricevuto anch’io questa mail, fortunatamente ho letto in tempo i vostri post. Ma non si potrebbe fare qualcosa per segnalarli in modo che nessun altra persona possa trovarsi in questa truffa? Fare girare la notizia su internet magari visto che le nostre forze dell’ordine non servono a nulla e dobbiamo fare tutto da soli in questo paese.

  8. ciao a tutti e capitata la stessa cosa a me !!!! Ho ricevuto la stessa offerta dopo varie email che ho ricevuto dalla signora ………… volevano i miei documenti…..ma subito mi e sembrata una cosa strana ho cercato di dire alla signora Petronella schulze di darmi un numero di telefono da poter parlare di persona ma senza alcun risultato………!!!!!

  9. Mi arriva soltanto email con scritto che non riuscivano a contattarmi telefonicamente e di inviare i miei documenti …soltanto cosi potevano attivare le pratiche per il lavoro e che il marito lavorava nell’ambasciata e che in qualche giorno i documenti erano pronti…… !!!! CHE TRUFFATORI ……

    1. Ma non esiste un modo per fermare questi bastardi capaci di rovinare ed illudere persone magari con gia qualche problema economico o con qualche sogno nel cassetto. ….??? Il nostro amico schulze continua a scrivere con skype…qualche giorno fa gli avevo chiesto se dovevo fare qualche corso per imparare il tedesco….
      Indovinate cosa mi ha risposto…. NO
      ….Ma alla domanda se potevamo andare da loro la prima settimana di ottobre in prova non ha risposto. …..chissà perché. …:/ ….

  10. scusate una domanda ma il signor schulze e petronilla sono proprio loro i truffatori, o e una falsa identita, cmq adesso ann cambiato nome ma la truffa e la stessa

  11. oh mamma mia, so cascata fino in fondo???!!!, e adesso k devo fare???, questo sembrava troppo bello per essere vero, ma comunque sono cascata lo stesso, k paura, oh dio mio, cosa faccio???, sono una cubana k cerco di fare il meglio per andare avanti.

    1. ada ti conviene andare dai carabinieri e sporgere denuncia prima che succeda qualcosa…magari non si può ma almeno ti fai registrare che eri passata tal giorno x denunciare una possibile truffa nei tuoi confronti!IO FAREI COSI…almeno in parte mi sentirei tutelato…ciao(dimenticavo…ho risposto ankio alla stessa meil…ma non gli ho inviato i documenti…x fortuna ho letto prima le vs risposte…GRAZIE.)CERTO CHE ILLUDERE CHI è già nella merda con problemi enormi x trovar lavoro…che gente di merda…ma andate a rubare ai politici…

  12. Ciao a tutti!
    ho pubblicato un annuncio per la vendita di un iphone su ebay annunci, mi contatta un tipo, via mail, che vorrebbe comprarlo con spedizione; io ci casco, lui mi chiede copia della carta identità e codice fiscale per avvalorare la mia serietà, io gli mando una foto in cui sono presenti entrambi i documenti (non una scannerizzazione); a questo punto mi invia il file in cui è presente l’avvenuto bonifico nei miei confronti, più suo nome e cognome e l’indirizzo alla quale spedire il telefono.
    Qui mi accorgo che il mio cognome inserito nel bonifico è errato (2 vocali sono invertite), e considerando che una banca, nel caso in cui non coincidano iban e nome e cognome, non accredita il danaro, inizio a preoccuparmi…
    Invio a lui una mail in cui gli faccio notare semplicemente che il mio cognome è errato, lui mi risponde con “controllo subito, grazie”…
    Come posso tutelarmi? mi sembra chiaro sia una truffa, ed ho pensato di cambiare la carta identità. E’ sufficiente?

    1. Ciao Ale,
      da come racconti la vicenda potrebbe in effetti trattarsi di un tentativo di truffa. Se lo scambio di e-mail è molto recente, puoi comunque attendere di capire se si è trattato effettivamente di un errore nell’esecuzione del bonifico.
      Per quanto riguarda il potenziale furto d’identità che un truffatore potrebbe realizzare con i tuoi dati, ti consigliamo in generale di tenere sotto controllo tutta la corrispondenza bancaria che ti riguarda e, se vuoi stare più tranquillo, di fare un accesso ai tuoi dati presenti su EURISC, il SIC di CRIF, in cui sarebbero registrate eventuali richieste di credito a tuo nome.
      Per quanto riguarda il cambio della carta d’identità, non è necessario, in quanto i frodatori utilizzano comunque documenti falsi.
      Inoltre, puoi sottoscrivere un servizio come Identikit, che ti avvisa nel caso vengano rilevati nuovi finanziamenti a te riferibili, permettendoti così di mettere in atto prontamente tutti gli strumenti idonei a ripristinare il tuo stato creditizio, anche con il supporto dei consulenti Mister Credit.

      1. Grazie per la risposta..in realtà lo scambio di mail è avvenuto tra ieri e oggi, ma avendo esperienza in queste vendite, sono quasi sicuro che la truffa sussista.
        Appena ho aggiornamenti riscrivo qui.
        Grazie

  13. Buongiorno Ale,
    una piccola precisazione che potrebbe esserti utile. Le banche, dal marzo 2010, non hanno più l’obbligo di verificare la corrispondenza tra IBAN e il nominativo del beneficiario nel caso dei bonifici in arrivo. Quindi, non so dirti se si tratti di una truffa o meno (per quanto è probabile che lo sia), però l’eventuale mancato accredito del bonifico dipende quasi esclusivamente dal fatto che i soldi non te li hanno mai spediti.
    Non ti scoraggiare, buona giornata!

  14. Grazie ci stavo cascando, ma quando mi anno detto di dargli tutti i documenti ho chiesto di darmi un bonifico di partenza per andare i germania e portare tutti i documenti di persona. Non cascateci GIMMIPENZO@LIBERO:IT

  15. Anche a mio marito è arrivata la stessa lettera! Leggendo qui ho capito che era una truffa.. anche se lo sospettavo i presupposti c’erano tutti!!!

  16. buongiorno e capitato anche a me shulze ,petronella,babell ecc ecc nn mandate documenti e soldi che e tutta na truffa ciao dafrancesco

    1. Anchio ho risposto a questo annuncio..ma avete conferma che e una truffa ? In che modo ?qualcuno puo farmi sapere.. perche non capisco se diffidiamo noi o sono truffatori loro

  17. Accidenti..salve,purtroppo mi è capitata una disavventura uguale alla tua Ale,ho messo un annuncio per vendere un telefono su ebay annunci e come un pollo ho inviato una foto fronte retro di patente e codice fiscale cpme richiesto dalla persona che doveva effettuarmi il bonifico!!
    Da 5 giorni non ho più notizie,temo sia stato uno stratagemma per fregarmi i dati dei documenti..mi consigliate di denunciare immediatamente ai carabinieri?!

    Grazie.

    1. Ciao,
      in generale il rischio è che un truffatore realizzi un furto d’identità con i dati dei documenti, ad esempio per richiedere credito, fabbricando documenti falsi.
      La denuncia ai Carabinieri non è necessaria in quanto, secondo la tua segnalazione, non si è verificato il furto o lo smarrimento dei documenti.
      Da questo punto di vista, come suggerito in precedenza ad Ale, consigliamo in generale di tenere sotto controllo tutta la corrispondenza bancaria che ti riguarda e, per maggiore tranquillità, di fare un accesso ai tuoi dati presenti su EURISC, il SIC di CRIF, in cui sarebbero registrate eventuali richieste di credito a tuo nome.
      Inoltre, esiste il servizio Identikit, che ti avvisa nel caso vengano rilevati nuovi finanziamenti a te riferibili, permettendoti così di intervenire prontamente in caso di furto d’identità con gli strumenti idonei a ripristinare il tuo stato creditizio, anche con il supporto dei consulenti Mister Credit.

  18. ho ricevuto anch io la loro risposta e ho inviato un email con scritto sono a berlino e vorrei incontrarvi mi hanno detto va bene ok ma fino ad ora scena muta

  19. salve a tutti , sono proprio oggi a trattare con un personaggio che mi propone di farmi un finanziamento , pero’ il fatto e’ che non incomincia la pratica se prima non gli invio doc. identita’ e l’iban da fare pervenire l’eventuale bonifico . mi sa’ che sia un’altro caso

  20. mi è appena successa la stessa identica cosa dell offerta di lavoro falsa per babysitter ecc….si chiama kelly morgan il marito lavora nel consolato inglese di inviare i documenti…se fumo , bevo se ho patenti i miei hobby…io ingenuamente siccome ho disperato bisogno di lavoro ho inviato fotocopie di carta d identità e codice fiscale….adesso mi chiedono pure i soldi …sono disperata ! oggi andrò alla polizia postale ma non so se potrò fare denuncia finche non commettono un vero e proprio reato come addebitarmi pagamenti o altro a mio nome…

  21. A voi è andata molto meglio che a me. Una settimana fa ho ricevuto un avviso di garanzia per associazione a delinquere..un papiro di 80 pagine, con nomi, fatti, luoghi a me del tutto sconosciuti. Nome, data e luogo di nascita esatti, unica incongruenza la via, che risaliva a 30 anni prima.Sono corsa dall’avvocato e stiamo cercando di venirne a capo, ebbene rischio il carcere. Se poi, come spero la cosa si risolverà, non posso chiedere al p.m. il risarcimento delle spese legali, poichè, come sappiamo, non ha responsabilità civile. Queste cose ci sembrano impossibili, degne di un romanzo giallo ma quando ci toccano direttamente uccidono.

  22. Aiutoooo!!!!! io avevo inviato cv a quella che doveva essere una ditta di pulizie poi ho ricevuto questa risposta: Buongiorno, ho appena letto con interesse la sua scheda e le possono confermare che potrà svolgere il colloquio conoscitivo con la responsabile risorse umane, finalizzato al contratto lavorativo.
    Lo stipendio al netto delle imposte proposto è di 720 euro, inclusi 22 buoni pasto al mese. Qualora non voglia usufruire di tali ticket pasto, l’azienda puo’ convertirli in contante aggiunto al suo stipendio. Comunque, tali questioni verranno finalizzate durante il colloquio. Prima di poterle fissare la data e l’orario del colloquio abbiamo bisogno di verificare inoltre, il suo casellario giudiziale, verificando quindi che non abbia mai avuto in passato ed in presente possibili problemi giudiziari.
    Pertanto la prego di inviarmi in allegato a questa email il suo casellario giudiziale e penale.
    Qualora lei non abbia tale documento, possiamo richiederlo noi, con il suo consenso, e deve quindi inviarmi entro e non oltre Giovedi 10 Settembre: una copia scannerizzata o fatta dal telefono di: fronte e retro di carta d’identità e fronte e retro del codice fiscale. Importante che tali documenti siano a colori e ben visibili cosi’ come i bordi. Io gli ho risposto dicendo che non ho problemi giudiziari e non ho casellario gli ho dato pero il consenso ma non ho inviato documenti solo il mio numero ma quello c’era già nel cv,hanno solo i dati dal cv, poi non ho più ricevuto risposta. Mi devo preoccupare?
    “Attenzione tendono a usare spesso nomi di donna perché in genere si ci fida di più “

  23. salve, mi hanno convocato in caserma (la polizia di stato) domandandomi se avevo aperto un conto gioco on lain ,se riconoscevo un numero telefonico ed un e mail.A tutto questo ho risposto di no ,poi mi hanno domandato se avevo fatto fotocopie dei i miei documenti a questo ho risposto di si (assicurazione auto schede telefoniche richiesta di prestito ed acquisto auto)
    Bene sono uscito dalla caserma indacato.Quindi attenzione dove fate fotocopie dei vostri documenti non fidatevi di nessuno.Saluti

    1. ciao salvatore ho avuto la stessa convocazione, chiedendomi se avevo aperto un conto gioco online, ma tu per caso hai inviato i documenti a qualche azienda di lavoro online?

  24. buongiorno ,mi dispiace dell’accaduto mi e successo quasi lo stesso evento ma per fortuna la finanziaria ha fiutato l’imbroglio ,ora chiedo come e possibile che che la finanziaria non controlli i documenti tipo numero patente ecc ecc,prendiamo il caso di luca lui dice : il numero di patente era falso ma come e possibile ?la finanziaria non controlli se il documento e registrato? ciao a tutti.

  25. es. volevo chiedere
    una persona m incolpa d aver scritto un biglietto e firmato da me e da mio marito, che non e’ assolutamente vero. Non vuole farmelo vedere per farle notare intanto la mia calligrafia,e le firme non fatte in quanto troppo sicura di non averlo scritto. Come procedo??? lascioperdere??

    1. Ciao Mara, se il biglietto ha un contenuto importante che ti riguarda sarebbe giusto che la persona te lo mostri, altrimenti non può dimostrare nulla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑