200 app pericolose per Android da cancellare subito

Attenti a “SimBad”! Nulla a che vedere con il protagonista del famoso cartoon Dysney. Si tratta invece di una nuova potenziale minaccia alla sicurezza degli smartphone Android. “SimBad” è infatti un malware in grado di eseguire diverse azioni all’insaputa dell’utente come: mostrare pubblicità ingannevoli, rubare denaro e rallentare le performance del dispositivo.

Scoperto dagli esperti di sicurezza di Checkpoint Research, “SimBad” è stato individuato in più di 200 applicazioni per Android, per lo più videogiochi di simulazione (Snow Heavy Excavator; Simulator Hoverboard Racing; Real Tractor Farming Simulator; Ambulance Rescue Driving; Heavy Mountain Bus Simulator 2018; Fire Truck Emergency Driver; Farming Tractor Real Harvest Simulator), scaricate complessivamente 150 milioni di volte dal Play Store prima di essere prontamente rimosse da Google.

Considerato l’elevatissimo numero di download, consigliamo ai lettori di controllare con attenzione se nel proprio smartphone sono installate applicazioni infettate da “SimBad”. In caso affermativo occorre rimuoverle immediatamente.

Qui trovate la lista completa delle 200 app pericolose per i vostri dispositivi Android da disinstallare immediatamente.

Oltre a “SimBad” in questi giorni è stato individuato un altro pericoloso malware per gli smartphone Android. Il suo nome è “Gulstuff” e, una volta infettato il dispositivo con un semplice messaggio di testo, è in grado di effettuare automaticamente pagamenti con le applicazioni di home banking. Ma “Gulstuff” non si ferma qui: attraverso tecniche di phishing cerca anche di rubare le credenziali dell’utente per l’accesso a servizi come PayPal, Western Union, eBay, Walmart, Skype e WhatsApp.

Ma come possiamo difenderci da “SimBad”, “Gulstuff” e dagli altri malware che prendono di mira Android? Ecco quattro semplici regole d’oro:

  1. Massima attenzione a SMS e messaggi di chat contenenti link o allegati di incerta provenienza

  2. Installare regolarmente gli aggiornamenti per correggere eventuali vulnerabilità

  3. Non installare app da store non ufficiali: potrebbero richiedere l’accesso a informazioni che dovremmo invece tenere al sicuro

  4. Installare un antivirus Android

Per approfondire l’argomento cybersicurezza, possiamo consultare l’alfabeto della sicurezza, con le 21 cose da sapere per tutelarci da truffe, frodi online e furti d’identità.

Infine, per una maggiore sicurezza, possiamo rivolgerci a servizi come Sicurnet, per controllare la circolazione dei nostri dati personali e finanziari sul web, o come Identikit, che avvisa ogni volta che una linea di credito viene aperta a nostro nome.

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑