L’evoluzione digitale dei sistemi di pagamento

Le feste natalizie si avvicinano e sta per partire la corsa ai regali. Ma come pagheremo quest’anno i nostri acquisti? Con le vecchie banconote oppure cashless? La progressiva digitalizzazione dell’economia sta infatti moltiplicando le alternative al denaro contante e in futuro, nel mondo, le previsioni ci dicono che sarà sempre più boom dei pagamenti elettronici.

In Italia il ricorso alle transazioni elettroniche è ancora poco diffuso, ma ci sono segnali di cambiamento. Lo evidenziano i dati dell’ultimo Osservatorio sulle Carte di Credito e Digital Payments di Assofin, Nomisma CRIF e GfK: nel 2017, nel nostro paese, il numero di pagamenti con strumenti diversi dal contante ha continuato la sua crescita (+1.9%). E sono aumentati del 4.9% i volumi complessivi, con un importo medio transato annuo di 1.501 euro, sostanzialmente invariato rispetto all’anno precedente.

Più in dettaglio, l’Osservatorio rileva una leggera contrazione del numero di carte di credito attive (-1%), un deciso aumento delle transazioni effettuate (+10.2%) e un valore medio delle transazioni con carta di credito di 80 euro, stabile rispetto al 2016. Un dato che testimonia come in Italia l’utilizzo dei pagamenti digitali sia pian piano in aumento anche per le piccole spese, grazie a una maggiore familiarità delle persone con lo strumento e alla diffusione dei nuovi sistemi contactless e mobile (Apple Pay, Google Pay, Paypal, Satispay, Tinaba, Bill, ecc.) che nel 2017 hanno raggiunto una quota dell’11% sui pagamenti con carta.

Le rilevazioni dell’Osservatorio attestano anche una crescita delle operazioni effettuate tramite carte di debito e del loro importo, un deciso aumento del numero di transazioni (+7.3%) e del valore delle operazioni (+21%) mediante carte prepagate, e una crescita del numero di carte opzione/rateali in circolazione (+4.2%).

Questa la fotografia attuale del mercato dei pagamenti digitali. Ma in questo settore il processo di cambiamento dettato dall’innovazione tecnologica è destinato ad una rapida accelerazione. Secondo le opinioni raccolte dall’Osservatorio tra i principali operatori bancari e finanziari, nei prossimi 5 anni il contante avrà un peso sempre meno rilevante (carte di pagamento e contante avranno una quota di circa il 70% dei pagamenti) a fronte della progressiva crescita delle transazioni tramite dispositivi mobili.

In attesa della transizione verso la cashless society, qualunque sia lo strumento di pagamento scelto per i nostri acquisti, facciamo sempre grande attenzione alla nostra situazione creditizia e finanziaria. Per gestirla al meglio c’è Mettinconto 365, il servizio di Mister Credit che ci permette di avere sempre sotto controllo le nostre informazioni creditizie e di conto corrente, e ci informa ogni volta che ci sono variazioni significative. Da oggi infatti, collegando i dati dei nostri conti correnti accessibili online con Mettinconto 365, possiamo sfruttare le innovative funzionalità a supporto della gestione e della pianificazione finanziaria come, ad esempio, la possibilità di impostare budget, scadenze e obiettivi.

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑