Ottobre, metti in conto l’ABC della finanza

Da un’indagine di Standard & Poor’s risulta che solo il 37% della popolazione italiana conosce concetti base della finanza come inflazione, tasso di interesse, diversificazione del rischio. Tra i paesi del G-7, l’Italia è quello con il più basso livello di alfabetizzazione finanziaria.

Un problema molto serio, perché solo un’adeguata educazione finanziaria mette i cittadini nelle condizioni di compiere scelte finanziarie consapevoli e responsabili.

Per rimediare a questo handicap culturale il Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria promuove la prima edizione del “Mese dell’Educazione Finanziaria” che ha preso il via il 1 ottobre con la settimana mondiale dell’investitore e si concluderà il 31 ottobre, giornata mondiale del risparmio.

Nel corso del Mese sono previsti centinaia di eventi gratuiti in tutta Italia per informare su come gestire correttamente le risorse finanziarie personali e familiari, approfondendo i temi del risparmio, degli investimenti, delle assicurazioni e della previdenza.

Se la conoscenza dell’ABC della finanza è il prerequisito fondamentale, un aiuto per rendere più serena la nostra vita finanziaria ce lo fornisce il servizio Mettinconto.

Oltre alla valutazione della nostra situazione creditizia, da oggi – grazie alla possibilità di collegamento coi dati del nostro home banking – ci consente anche di controllare meglio entrate e uscite, capire veramente come gestire le nostre spese e ottenere una valutazione della nostra affidabilità sempre più completa e precisa.

In pratica, collegando i dati dei nostri conti correnti accessibili online, è possibile analizzare in modo semplice le entrate e le uscite di tutti i nostri conti correnti in un unico colpo d’occhio, valutare la nostra situazione creditizia e la sostenibilità di un nuovo finanziamento.

Grazie alle nuove funzionalità di Mettinconto possiamo avere in un unico luogo sicuro tutte le informazioni sui nostri conti correnti e finanziamenti, e fare così scelte finanziarie più attente e consapevoli.

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑