shutterstock_191286845L’usura è un reato che si caratterizza nel concedere un prestito ad un tasso di interesse superiore allo stabilito tasso ‘soglia’, il quale è calcolato aumentando il Tasso Effettivo Globale Medio (TEGM) di un quarto, cui si aggiunge un margine di ulteriori quattro punti percentuali. La differenza tra il limite e il tasso medio non può essere superiore a otto punti percentuali. La rilevazione dei tassi è effettuata ogni tre mesi dalla Banca d’Italia per conto del Ministro dell’Economia e delle Finanze e pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale. La potete trovare anche tra le domande frequenti del sito Mister Credit.

In un periodo di crisi economica prolungata come quello che stiamo vivendo, può essere più facile trovarsi in situazioni di difficoltà: prestiti o mutui contratti in precedenza possono diventare difficili (se non impossibili) da rimborsare. Ed è proprio nelle situazioni di forte difficoltà che gli usurai cercano di inserirsi. Denaro che all’apparenza può sembrare facile da ottenere ma che inevitabilmente finisce per trascinare la vittima in situazioni sempre più dure da gestire. Non a caso, la legge 108/96 definisce l’usura come “grave crimine sociale”.

Una situazione di difficoltà può nascere come un sovraindebitamento che diventa impossibile da gestire e che può portare alla ricerca di nuove fonti di finanziamento per continuare a restituire il denaro che abbiamo ricevuto. Il rischio di passare da una situazione di sovraindebitamento all’essere vittima di usura può essere, in alcuni casi, molto alto.

Se ci troviamo quindi in una situazione di indebitamento che non riusciamo a gestire, il primo passo è probabilmente il confronto con l’istituto di credito che stiamo rimborsando, per chiedere una ristrutturazione del debito, per ottenere nuove condizioni che ci permettano di pagare le rate con più tranquillità fino all’estinzione del debito.

Ecco perché, prima di chiedere qualsiasi prestito, dovremmo valutare la nostra situazione economica e la nostra storia creditizia per capire se possiamo sostenere il rimborso delle rate previste. Per fare questo è possibile rivolgersi a strumenti come Mettinconto, che ci permette di valutare le nostre informazioni creditizie e pianificare il nostro indebitamento in maniera responsabile.

La legge contro l’usura prevede, oltre alle pene per chi commette il reato, anche una serie di strumenti di aiuto alle vittime. Spesso le storie di usura non sono raccontate, per vergogna o per paura, ma è necessario rivolgersi prima possibile alle Forze dell’ordine oppure a un centro antiusura, per denunciare l’usuraio e per iniziare un percorso di ritorno alla normalità.