Hands holding a  piggy bank and a house model

 

State pensando di comprare casa e di chiedere un mutuo per sostenerne il costo? Ecco alcuni passaggi da non dimenticare, soprattutto in questo periodo in cui la crisi economica continua a fare sentire i suoi effetti negativi.

 

 

  • Cominciate con il calcolare il vostro “potere di mutuo acquisto”, cioè la rata massima che la vostra situazione reddituale vi permetterebbe di sostenere. Per fare questo prendete il vostro reddito netto mensile, sottraete le spese di sussistenza (che le banche stimano in circa 800 euro al mese), sottraete altri 200 euro per ogni figlio a carico ed eventuali altre rate che state già pagando. Quello che resta è il “potere di mutuo acquisto”: dividetelo per 1,5 e troverete la rata massima che siete in grado di sostenere. In questa fase, potete anche valutare la vostra affidabilità creditizia, per assicurarvi di essere “buoni pagatori”.
  • Iniziate la ricerca delle migliori condizioni disponibili sul mercato: si tratta di una fase fondamentale, in cui bisogna fare molta attenzione alle caratteristiche dei mutui proposti, individuando la soluzione più adatta alle vostre esigenze.
  • Assicuratevi di essere in possesso di tutti i requisiti richiesti e di essere in grado di fornire alla banca tutti i documenti necessari.
  • Nel contratto che stipulate per l’acquisto della casa, non dimenticatevi di far inserire la clausola che vincola l’acquisto all’accettazione del mutuo. In caso contrario, se l’istituto di credito decide di non erogare il prestito, potreste trovarvi in una situazione molto difficile da sostenere.
  • Ultimo consiglio (ma non meno importante): cercate il mutuo che fa per voi prima di aver trovato la casa! Capita infatti che, una volta trovata l’abitazione più adatta ai propri gusti, la fretta di chiudere il contratto per il mutuo spinga ad accettare condizioni non ottimali e clausole complicate, rendendo difficile il rimborso della somma ricevuta.