Man hiding behind his laptopMare o montagna, non bisogna mai abbassare l’attenzione nemmeno in vacanza: i ladri di identità non conoscono riposo, così come gli autori di frodi. A dimostrarlo, un paio di notizie che, fortunatamente, pongono l’attenzione sulla prevenzione.

La prima è la nascita del sito furtodidentita.it, realizzato da Adiconsum all’interno del progetto europeo “ME IS MINE – Identity theft Observatory model”, in collaborazione con l’associazione di consumatori rumena A.N.P.C.P.P.S e cofinanziato dalla Commissione Europea – DG Affari Interni.
Il sito punta a diffondere nel nostro Paese una maggiore consapevolezza sui temi della protezione dei dati personali e del furto d’identità.

La seconda notizia riguarda alcune norme relative al furto d’identità contenute nel decreto legge in materia di sicurezza (molto discusso in rete in queste settimane): sono state infatti previste pene più severe, con un’aggravante specifica per il furto d’identità elettronica, e la procedibilità d’ufficio per i delitti di frode informatica.

Anche il cinema dedica attenzione al fenomeno Io sono tu (titolo originale: Identity theft), film uscito all’inizio di agosto, con Jason Bateman e Melissa McCarthy. Il protagonista è dirigente di un’azienda in attesa di una promozione e con un figlio in arrivo, che scopre che qualcuno gli ha rubato l’identità. Fino a quando però non sarà in grado di verificare quello che è successo e di dimostrarlo alla giustizia, il suo ruolo di vice direttore sarà in bilico. Dopo aver scoperto che la truffatrice si trova in Florida (mentre lui vive in Colorado), tenterà di raggiungerla in una settimana per farle confessare la verità. Una commedia, certo, ma meglio tenere sempre gli occhi aperti.