I pericoli sul web sono sempre a portata di clic, soprattutto perché il numero di operazioni che facciamo online continua a crescere e le informazioni che affidiamo ai supporti digitali sono sempre di più. La sicurezza, quindi, deve essere una priorità, se vogliamo evitare spiacevoli sorprese.

Le minacce informatiche sono varie e sono accomunate sotto la definizione di “malware”, ovvero software malevolo. Ci sono i veri e propri virus, che possono mettere ko il nostro computer, ma esistono anche altri strumenti potenzialmente molto dannosi: worm (letteralmente “vermi”), che rallentano il computer modificandone il sistema operativo, ci sono i “cavalli di Troia” (trojan) che, una volta aperti, fanno partire programmi (di solito dannosi, a volte illegali) all’insaputa dell’utente. Esistono anche altri malware che puntano a sottrarre informazioni e dati sensibili dai computer infettati, spyware e backdoor sono tra questi: il primo è in grado di raccogliere informazioni (password e codici, ma anche abitudini di navigazione) e inviarle a chi ha creato il programma mentre il secondo apre una “porta sul retro” nel computer infetto, permettendo l’accesso via internet a utenti non autorizzati.

Per mantenere in sicurezza un computer, la prima cosa da fare è tenere sempre aggiornati il sistema operativo e i programmi che utilizzate: spesso le nuove versioni e gli update correggono anche errori che potrebbero essere sfruttati da software malevolo.

La seconda cosa importante è dotarsi di un buon antivirus e mantenerlo sempre aggiornato (in particolare il database che contiene le definizioni dei virus che il programma è in grado di bloccare). Esistono molte risorse, anche gratuite, per proteggere il proprio computer e per fare pulizie periodiche in grado di eliminare tutte le componenti potenzialmente pericolose.

Inoltre, quando vi trovate davanti a un file della cui provenienza non siete sicuri, fate una scansione con l’antivirus e, se possibile, verificate l’origine prima di aprirlo: se, per esempio, vi è stato inviato tramite posta elettronica, chiedete conferma al mittente, perché molti tipi di malware inviano email ai contatti della rubrica presente sul computer con file infetti in allegato, senza che l’utente riesca ad accorgersene. Meglio perdere qualche minuto in più nel controllo che ritrovarsi con un computer inutilizzabile. O vedersi sottratti dati sensibili: è sempre il rischio più grave.

Proteggere il proprio computer, ma anche i propri dati online

Ma un buon antivirus non basta: può succedere, infatti, che i nostri dati personali già circolino sul web, perché raccolti attraverso un malware, tramite azioni di phishing, o perché semplicemente qualcuno li ha pubblicati su un social network senza prestare attenzione alla privacy.

In questi casi, si rischia di subire furti d’identità, frodi finanziarie e danni alla reputazione.

Ecco perché è importante monitorare la circolazione dei propri dati personali e finanziari sul web.

SICURNET è una soluzione efficace proprio in questi casi: ti avvisa ogni volta che i tuoi dati sono troppo accessibili, ad esempio sui social network, o quando sono stati intercettati e stanno circolando in ambienti web ad alto rischio, in modo da intervenire in tempo e prevenire i rischi.