Identità rubate e violate nel cinema: i film da non perdere

A volte è bello rivedere i vecchi film invece  dell’ultima novità. Così, per alleggerire i temi del cyber crimine,  riprendiamo un argomento molto interessante: il furto di identità nell’immaginario cinematografico.

Sono storie di intrighi, omicidi, divertenti qui pro quo, variazioni sul tema dell’identità in genere, lungometraggi drammatici, ma anche commedie indimenticabili. Qualcuno ce lo avete consigliato proprio voi…

Professione reporter – Michelangelo Antonioni

Jack Nicholson recita nel ruolo di un giornalista che dopo anni di onorata carriera, e nonostante gli importanti successi professionali, si sente stufo della propria vita. A quel punto, decide di fare una pazzia: finge la propria morte e prende l’identità del cadavere di un uomo, trovato per caso e a lui molto somigliante. Peccato che quel cadavere appartenesse a un trafficante d’armi con non pochi nemici…

Prova a prendermi – Steven Spielberg

In questa pellicola, Leonardo Di Caprio interpreta la vita (vera come si dice all’inizio del film) di Frank Abagnale Jr., un uomo che nella sua vita è stato in grado di vestire svariate false identità: un ufficiale pilota di Pan Am, un medico pediatra con tanto di falsa laurea ad Harvard, avvocato, etc… Film divertente che molti avranno già visto, ma che consigliamo di rivedere.

Il fu Mattia Pascal (film francese di Marcel L’Herbier) e Le due vite di Mattia Pascal (Mario Monicelli)

Le due più celebri versioni cinematografiche tratte dal romanzo di Luigi Pirandello. Come tutti sanno, Il tema centrale dell’opera è quello dell’identità: Mattia Pascal, creduto da tutti morto, decide di cambiare vita assumendo un’altra identità, quella di Adriano Meis.  Alla fine, però, si rende conto di non riuscire a compiere nessuna funzione e a non avere nessun ruolo sociale perché la sua è solo un’identità fittizia.

Moglie per una notte – Mario Camerini

Un vecchio film del 1952, con Gina Lollobrigida. Una ragazza accetta di corteggiare un conte di Parma, ma solo per aiutare un giovane musicista suo amico a fare carriera. La moglie, la Lollobrigida, lo scopre e si sostituisce alla giovane. Il film è una commedia leggera in cui Gina Lollobrigida recita molto bene nella sua doppia identità.

L’anima e il volto (Curtis Bernhardt) e Chi giace nella mia bara? (Paul Henreid)

Altri vecchi film in cui Bettie Davis, nelle sue più celebri interpretazioni, impersona la parte di due sorelle gemelle. Nel primo film, una delle due sorelle si sposa, ma quando il marito parte per un lungo viaggio accade un incidente: mentre sono in gita in barca, la gemella sposata cade in acqua e annega. Dopo la tragedia, l’altra sorella prende il suo posto in casa al fianco del cognato. Nel secondo film, Chi giace nella mia bara?, Bettie Davis, 18 anni dopo, interpreta sempre un losco scambio tra due sorelle gemelle.

I soliti sospetti – Bryan Singer

Uno dei film cult degli anni ’90. Questo thriller gira intorno alla figura di uno spietato e imprendibile boss di cui nessuno conosce la vera identità, che assolda cinque malviventi per una missione misteriosa e molto pericolosa. La curiosità che girava intorno a questo film era che, nel corso delle riprese, soltanto il regista Bryan Singer e lo sceneggiatore Christopher McQuarrie conoscevano la vera identità del personaggio misterioso del film. Da ricordare la memorabile interpretazione di Kevin Spacey nel ruolo dello zoppo “Verbal” Kint. Consigliatissimo.

Don’t come back alive – Alfred Hitchcock

Tra gli episodi della fortunata serie tv Alfred Hitchcock Presenta, questo cortometraggio parla di Frank Partridge e del complotto che ordisce con la moglie, la quale scompare per sette anni facendosi dichiarare legalmente morta. Un investigatore, però, crede che Partridge l’abbia uccisa…

Fracchia la belva umana – Neri Parenti

Se c’è ancora qualcuno che non lo ha visto, il film racconta del geometra Giandomenico Fracchia, interpretato da Paolo Villaggio: un uomo preso a schiaffi dalla vita, dal lavoro, dai colleghi… da tutti. Capita però che Fracchia sia identico a la Belva Umana, un pericolosissimo e astuto criminale che, venuto in contatto con il geometra e resosi conto della loro grande somiglianza, sfrutta la situazione per continuare a commettere indisturbato le sue malefatte. I continui scambi danno il via a una serie situazioni tragicomiche, fino alla fine e anche oltre. Il film, infatti, si conclude nell’aldilà…

Come vedete, il tema dello scambio di persona o furto d’identità non appartiene solo alla nostra epoca e questi non sono che alcuni esempi di film che affrontano l’argomento. Abbiamo dimenticato qualche titolo imperdibile? Oppure avete in mente dei romanzi sul tema da consigliare?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑