Comprare on line o non comprare online? Questo era il tema che trattammo tempo fa su questo stesso blog. Oggi vogliamo concentrarci su chi ha già deciso di comprare online, ma con tutte le precauzioni necessarie.  Alla luce delle ultime novità, vediamo quali sono le accortezze per fare una spesa sicura, elencando i rischi possibili e i modi per evitarli.

Parlando di shopping online, la novità principale è l’integrazione fra e-Commerce e Social network. Questo significa che dobbiamo fare attenzione su più fronti. Sui social network i cyber criminali escogitano sempre nuovi sistemi per spingere gli utenti a cliccare su link malevoli. Queste ultime settimane due notizie: una fotografia che gira su Facebook e che rappresenta una ragazza attraente a cui centinaia di utenti Facebook sono stati taggati. L’immagine è accompagnata da diversi tipi di messaggi che spingono a cliccare un link malevolo, da evitare assolutamente. L’altrao caso è quello di una chat che si apre in automatico e invita a scoprire chi guarda il nostro profilo Facebook. In questi precisi casi non si tratta di shopping, ma è chiaro che un link malevolo si può nascondere dietro diversi tipi di messaggi.

Dai social network passiamo ai siti in cui completare l’acquisto; siti che a loro volta integrano tasti e funzionalità dei social network (Like, Sharing, commenti). Quali domande devi rivolgerti prima di comprare online?

  1. È sicuro il sito su cui stai navigando?

Un sito di e-Commerce deve criptare i dati che passano dal tuo computer al server su cui risiede il sito. In pratica l’indirizzo deve risiedere su HTTPS, sono i siti che adottano la tecnologia SSL (Secure Socket Layer). Anche i social network stanno adottando questa tecnologia. Gmail è solo su HTTPS e anche Facebook dà la possibilità di passare a questa modalità di navigazione protetta (può essere abilitata nella scheda “Protezione dell’account” che si trova nella pagina delle impostazioni: https://www.facebook.com/editaccount.php)

  1. Sai dove compri?

Solitamente ci troviamo su siti molto conosciuti, quindi autorevoli. Ma se compriamo da siti meno noti può essere buona norma fare una piccola ricerca online, per scoprire eventuali lamentele o commenti negativi su quel sito di e-Commerce.

  1. E se ci ripensi?

Quasi sempre i siti per lo shopping online prevedono il diritto di recesso. È bene in ogni caso controllare le condizioni applicate dal rivenditore.

  1. Come gestisci le tue password?

È l’aspetto più noioso per tutti noi, ma necessario. Quando si tratta di dati creditizi, o personali, dovremmo sempre utilizzare delle password univoche (una per ogni conto), di almeno 8 caratteri e alfanumeriche. Infine si consiglia di cambiarle a distanza di mesi.

  1. Antiphishing, antivirus e browser aggiornati, giusto?

I consigli di base sono sempre quelli di diffidare delle email da società apparentemente note che chiedono di cliccare (se dovete navigare su un sito importante scrivere l’URL direttamente sul browser). Aggiornare l’antivirus, il firewall (quello di Windows è un buon firewall che si aggiorna in automatico) e il browser che utilizziamo. Naturalmente gli acquisti, fateli dal vostro pc che conoscete bene e non da computer condivisi!

Terminiamo con alcuni dati di spesa online riferiti alI’Italia: secondo l’ultimo Osservatorio sulle Carte di Credito realizzato da Assofin, CRIF Decision Solution e GFK Eurisko il numero delle carte di credito e di debito rimane stabile, rispetto ai dati di crescita del 2009, ma diminuiscono le carte di credito attive (-5,7% nel 2009) e si riduce il tasso di attività. Diminuiranno anche le frodi creditizie?

Photo: Polycart