The terminal: truffe WIFI agli aeroporti


Stiamo finalmente arrivando all’agognata stagione delle vacanze e molti di noi non riusciranno ad abbandonare a casa il fedele PC, altri si terranno in contatto col mondo grazie ai loro smartphone, altri ancora si accontenteranno di controllare ogni tanto la casella email (e le notifiche di Facebook) da computer pubblici in hotel, aeroporti o Internet point. Quale che sia il metodo che seguiremo, ecco alcuni consigli di  per evitare di cadere vittima di hacker e ladri d’identità quando utilizziamo reti WIFI pubbliche, come può succedere negli aeroporti.

Nel momento in cui selezionate la rete da utilizzare, potrete trovare nomi generici, tipo “Free WIFI”, o nomi simili a quello della rete ufficiale dell’aeroporto.

Dietro questi nomi è molto probabile ci sia un hacker in attesa di prede. Inizierete a navigare in Internet, ma lo farete attraverso la rete dell’hacker, che potrà così registrare tutto quello che digitate, come password, credenziali d’accesso, dati personali…

Ecco allora cosa fare:

– Non connettetevi a reti con nome differente, anche solo per qualche lettera, da quello della rete ufficiale dell’aeroporto.

– Non tenete aperti, mentre siete connessi a reti pubbliche, programmi di file-sharing.

– È importante che il computer non sia settato per connettersi automaticamente a reti diverse da quelle preferite (tipo quella che utilizziamo a casa o quella dell’azienda).

– Alla fine della navigazione su reti pubbliche, sarà bene cancellare la cronologia, i cookie ed i file temporanei.

– Per essere ancora più sicuri, potete optare per un backup completo dei vostri dati su un supporto esterno prima della partenza, e applicare in seguito sul PC un sistema di cifratura dei dati stessi, cosa che vi mette al sicuro da furti d’identità anche in caso di furto materiale del PC.

– Sconsigliabile l’utilizzo di computer pubblici, in hotel, aeroporti o Internet point, per accedere a sistemi di pagamento online o per fare acquisti; la possibilità che siano infettati da software-spia, o spyware, è molto elevata.

– Per rimanere in contatto via email, potete creare degli account temporanei da usare solo per la durata della vacanza, con una password diversa da quella che utilizzate per le vostre caselle abituali.

Un’alternativa, più costosa, ma che vi libera da tutti i problemi connessi alle reti WIFI pubbliche, è utilizzare una connessione UMTS (le “chiavette internet” fornite dai principali gestori di telefonia).

… o per una volta, lasciate perdere il pc e godetevi il viaggio!

5 thoughts on “The terminal: truffe WIFI agli aeroporti

Add yours

  1. Oltre alle misure esposte, conviene impostare i programmi di posta elettronica per utilizzare, quando possibile, connessioni sicure, criptate SSL/TLS, utilizzare la webmail solo su HTTPS cioè controllando che il “lucchetto” del browser sia chiuso.
    Inoltre l’utilizzo di antivirus sempre attivo ed aggiornato è una buona pratica da utilizzare sempre ed indipendentemente.
    Comunque il consiglio migliore è l’ultimo, meglio lasciarlo a casa il PC, e riposarsi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑