You are currently browsing the tag archive for the ‘reputazione creditizia’ tag.

La rete prolunga la nostra presenza sociale e le possibilità di relazione. La società si trasferisce progressivamente su Internet dove siamo ogni giorno sempre più socialmente attivi e il navigare in sicurezza è un tema vivo, dinamico e sfaccettato… informatevi e rimanete aggiornati con Mister Credit, leggete questi 11 post per navigare in sicurezza.

  1. Come riconoscere un sito sicuro
  2. Quali sono i social network più sicuri?
  3. PSN, MSN, GMAIL, Dropbox: ci possiamo fidare?
  4. Frodi creditizie e Social shopping. La spesa sicura
  5. Gli Angeli di Mister Credit raccontano la protezione dell’identità personale
  6. Parental control, Walled Garden e filtri famiglia: di cosa abbiamo davvero bisogno per proteggere i nostri cari?
  7. Social shopping o frode sociale?
  8. Le regole per proteggere il tuo account Gmail
  9. Siamo socialmente sicuri?
  10. The terminal: truffe WIFI agli aeroporti
  11. Ciao sono Luca, paranoico, e sono 15 giorni che non mi faccio rubare l’identità

Photo: ianvanhoucke

Su Facebook esistono differenti fanpage che trattano il tema lavoro. Per farsi un’idea basta digitare “lavoro” nello spazio di ricerca, per trovare una lista di pagine che va dalle offerte/richieste di lavoro ai gruppi di discussione. Le fanpage di richiesta e offerta sono simili alle bacheche presenti nelle agenzie, con una sola differenza: il dialogo diretto. La comunicazione tra le parti è immediata, creando così un network molto efficace. Altro punto di forza è rappresentato dalla varietà di annunci disponibili che offre la possibilità di trovare ogni tipologia di lavoro. Aspetto importantissimo per creare e mantenere, un notevole traffico all’interno delle fanpage. I gruppi di discussione, invece, trattano le problematiche legate al mondo del lavoro, creando anche in questo caso, un effetto domanda/ risposta immediato e spesso molto qualificato.

Entro in una di queste fanpage e mi imbatto in una candidata che si propone per un’offerta, con un link visibile pubblicamente e diretto al suo cv online…

Leggi il seguito di questo post »

Alcuni anni fa Antonio P. decise di comprare una macchina nuova, la sua ormai aveva fatto il suo tempo. Quando si recò dal concessionario richiedendo un prestito per l’acquisto, con sua grande sorpresa scoprì che a suo nome risultavano alcune rate non pagate, di cui non sapeva niente. Qualcuno aveva ottenuto un prestito coi suoi dati, e ovviamente non lo aveva pagato; a causa di questo gli fu rifiutato il finanziamento per l’auto nuova. La polizia gli confermò che si trattava di furto d’identità, ma per ripulire la sua situazione creditizia ci sono voluti diversi anni.

Nella vita di ogni giorno, anche inconsapevolmente, utilizziamo o maneggiamo un gran numero di dati personali.

Leggi il seguito di questo post »

L’identità digitale è l’insieme dei nostri dati e informazioni immessi nel web, una sorta di documento di identità on-line. La personalità digitale invece è legata alle azioni che compiamo, ai contenuti che rilasciamo attraverso, per esempio, gli stati d’animo su Facebook, i cinguettii di Twitter, i post o i commenti su un blog.  Come nella vita di tutti giorni, la nostra identità è ciò che le persone vedono, la nostra personalità invece si scopre, interagendo con noi.

Diamo per certo che i dati digitali di un utente rispecchino i dati reali; se il discorso può essere così lineare per l’identità, si complica quando si parla di personalità.

Leggi il seguito di questo post »

Era il lavoro di cui Paolo aveva bisogno: un posto nell’ufficio marketing presso una prestigiosa azienda. La mail, firmata dal direttore delle risorse umane, diceva: “Siamo molto interessati a te per questo lavoro, il salario e negoziabile e i clienti molto importanti e facoltosi. Infatti vista la caratura dei clienti, come parte del colloquio dovrai sottoporti ad una revisione del tua formazione.”

Ansioso di lavorare, Paolo rispose alla mail, inviando alla ditta oltre al suo curriculum, contenente i suoi dati personali, anche altri particolari della sua identità compreso il codice fiscale, i numeri dei suoi conti bancari ed una copia dei suoi documenti.

Leggi il seguito di questo post »

Se analizziamo le parole chiave con cui le persone accedono al blog di Mister Credit, possiamo capire che la perdita o il furto dei propri dati personali accadono più spesso di quel possiamo immaginare:

“Mi hanno rubato i dati e codice fiscale, hanno rubato a casa mia, prestiti a nome mio, conto on-line sotto falso nome, un negoziante mi ha chiesto nome cognome, come faccio a sapere se sono vittima di una frode creditizia, mi hanno rubato e falsificato un assegno…“

Anche girovagando in rete, tra Google e Facebook, sono moltissime le domande e le richieste di aiuto su come gestire il furto dei propri dati:

Leggi il seguito di questo post »

I social network sono ormai parte integrante della vita di tutti noi e di tutti i giorni. Oltre a fornire un’illimitata serie di benefici, sono diventati, purtroppo, il terreno ideale per vere truffe catalogate sotto il nome di social phishing, utilizzate per ottenere l’accesso a informazioni personali o riservate utilizzando ogni genere di piattaforma sociale: Facebook, Twitter, LinkedIn…

Il modus operandi più comune vede l’invio di un messaggio all’utente da parte della piattaforma sociale stessa, contenente un link utile per risolvere problemi di sicurezza o per controllare eventuali blocchi da parte di “profili amici”.

Leggi il seguito di questo post »

L’identità digitale è il complesso di informazioni su di noi che inseriamo quando frequentiamo i media sociali, che rendiamo disponibili pubblicamente in rete e che vanno a costruire la nostra reputazione, cioè il modo in cui le persone e le aziende ci vedono… molte persone, frequentando i social network (come Facebook, Twitter, Linkedin…) non si preoccupano di proteggere i propri dati e oggi la fuga di informazioni personali a propria insaputa rappresenta un problema reale.

Dobbiamo imparare a gestire la nostra identità digitale in rete e soprattutto nei social network. Per esempio, utilizzando una e-mail personale e non quella di lavoro, evitando di memorizzare la nostra password sul sistema, impostando correttamente il livello di privacy sul nostro profilo, selezionando con attenzione foto, video e informazioni da pubblicare, utilizzando la funzione di log out per uscire una volta conclusa la navigazione. Ma queste pratiche da sole ovviamente non garantiscono una tutela assoluta.

Nel video (da oggi online) Nadia lo racconta in modo efficace… con il Servizio IDENTIKIT vengono costantemente monitorati i movimenti relativi a richieste o erogazioni di nuovi  prestiti così come le segnalazioni di protesti che avvengono a nome di una singola persona.  Per ogni nuovo movimento IDENTIKIT avvisa immediatamente con un sms per mettere tempestivamente al corrente di un possibile tentativo di frode… e “gli espertissimi di Mister Credit sono a vostra disposizione in ogni momento, ma proprio quando volete voi”…

Scoprite gli altri suggerimenti di Mister Credit per gestire e proteggere la vostra reputazione.

Luca è il protagonista del primo di due video che, con creatività ed ironia, raccontano come il furto d’identità mette a disagio chi lo subisce e come il Servizio IDENTIKIT può diventare un modo per vivere la quotidianità tranquillamente e senza alcun timore di diventare vittime dei furti di identità e delle frodi creditizie.

Da anni in Mister Credit siamo impegnate sul tema della sicurezza dei dati personali e nella ricerca di  soluzioni reali per minimizzare il rischio di  frodi creditizie. Per questo abbiamo sviluppato il Servizio IDENTIKIT, che protegge i dati personali e permette di essere tranquilli che nessuno usi il vostro nome o danneggi la vostra reputazione. Con il servizio vengono costantemente monitorati i movimenti relativi a richieste o erogazioni di nuovi  prestiti così come monitoriamo  le segnalazioni di protesti che avvengono a nome di una singola persona.  Per ogni nuovo movimento il nostro cliente viene  immediatamente avvisato.  Mettere tempestivamente le persone  al corrente di un possibile tentativo di frode ai loro danni permette loro di evitare le spiacevoli conseguenze  causate dal furto di identità.

I video sono stati realizzati da TheGoodOnes e fanno parte di un più ampio programma di social marketing che abbiamo intrapreso per promuovere la diffusione di informazioni e di suggerimenti utili per una gestione consapevole della propria identità personale, dentro e fuori la rete… temi quanto mai attuali in questo momento storico in cui la circolazione di dati personali, favorita anche dalla diffusione dei social  network, è in costante crescita anche in Italia. La fuga di informazioni personali a propria insaputa rappresenta oggi un problema reale. Non stupisce che questi dati vengano utilizzati sempre più frequentemente per richiedere credito, effettuare un acquisto a rate o aprire un conto corrente a nome altrui..

Guardate i video e scoprite come Mister Credit può aiutare anche voi a gestire la vostra identità personale e a proteggere la reputazione…

 

Torniamo a parlare di furto d’identità con la collaborazione di Gian Luca Manzi, esperto di sicurezza informatica e che, attraverso la divulgazione della propria esperienza, vuole sensibilizzare le persone all’uso responsabile della rete e alla corretta gestione delle loro informazioni personali sul web. Scopriamo insieme perché il furto d’identità non è un’invenzione recente, e non è dipendente necessariamente dall’utilizzo delle nuove tecnologie come internet. È infatti opinione comune che i maggiori rischi per la sicurezza dei nostri dati provengano dalla rete (secondo una ricerca di alcuni anni fa, addirittura l’86% degli intervistati, dichiarava di evitare accuratamente di effettuare acquisti online), benché le frodi accertate, commesse attraverso internet, risultano essere meno del 10%.

Leggi il seguito di questo post »